StornelliSalentini.com

..dalla tradizione del salento

Santa Cesarea bella

| 0 commenti

Santa Cesarea bella,
a Dio donasti il cuore
suo padre traditore,
che la voleva sposa’

Prese due palumbelle,
le mise nel bacile
Cesarea va a fuggire
tutta tremante in sé.

Fuggiva e si voltava,
suo padre l’arrivava,
la spada spoderava,
che la voleva ammazza’.

Aprite munte a due
Cesarea s’ha ‘nserrata,
se vitte ‘ncoronata
degli angeli del ciel.

Eccone un’altra versione.

Santa Cesàrea bella
a Dio donasti il cuore
suo padre traditore
che la voleva ammazzar.

Prese due palombelle
l’ha messe in un bacìle
Cesàrea stae ‘ffuggire
tutta tremante in sé.

Fuggiva e si voltava
lu padre la’rrivava
la spada sfoderata
che la voleva ‘mmazzar.

S’apre lu monte in due
Cesària sta spettava
si vede ‘ncoronata
di un angelo dal ciel.

Una bella versione di questo brano è presente nel cd Sud Est degli Aramirè, uno dei gruppi più importanti nel panorama musicale salentino che non è in attività ormai da anni. Un’altro gruppo che la ripropone degnamente è il gruppo I Criamu.

Autore: Mauro De Filippis

Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l’ Università del Salento, Appassionato di Musica e di Musica Popolare, sono tra i fondatori del Gruppo Musicale e vicepresidente dell'Associazione Culturale AriaFriscA per oltre 15 anni impegnata nella rielaborazione e riproposizione della tradizione musicale Salentina. Studio Fisarmonica, adoro strimpellare gli strumenti della tradizione Celtica quali Thin e Low Whistle. Attualmente in forza al gruppo di musica popolare Salentina Tammurria Per contattarmi potete usare la mail info_AT_ stornellisalentini.com Mi trovate anche su : Google+ by Mauro De Filippis Youtube by Mauro De Filippis

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.