StornelliSalentini.com

..dalla tradizione del salento

Mieru il vino buono dell'antica Roma
Mieru il vino buono dell'antica Roma

Lu mieru

| 0 commenti

Mieru, mieru mieru llallà…Quanti culuri me fasci cangia’

è una delle strofe più conosciute e fa parte di una delle canzoni salentine che vengono intonate in feste, ritrovi e in qualsiasi occasione in cui ci sia qualcosa da brindare.

Nel dialetto salentino la parola Mieru indica il vino. Ma perchè? da cosa deriva?

Mieru il vino buono dell'antica Roma

Il termine Mieru  deriva dall’espressione latina “vinum merum” che i Romani usavano per definire il vino prodotto in puglia : un vino schietto, buono,  intenso, di carattere, puro  in contrapposizione al “vinum” con cui invece indicavano il vino miscelato con acqua, miele, resine ed altri addittivi e che aveva un sapore più corposo ed un gusto molto dolce e alcolico.

Era il vino storico per eccellenza della Puglia, quello che per primo si affermò e divenne famoso nei dintorni di Taranto, dove Orazio paragonò i “mera tarantina” al più famoso dei vini romani, il Falerno della Campania. [produttorivinimanduria]

Era dunque nelle nostre zone che si faceva il vino “buono” ed è per questo che mentre la parola “vinum” è entrata in tutte le lingue indoeuropee, la parola “merum” è rimasta invece solo nei dialetti pugliesi, dove ancor oggi il buon vino si chiama “mjier”o “mieru”.

La storia e la tradizione vinicola del salento non si ferma al solo termine mieru presente ancora oggi nel dialetto locale questo perchè le varietà di uve pugliesi acquisirono un’importanza sempre maggiore durante i secoli. Basti pensare ad esempio al termine “fare un brindisi“. Sembra che possa derivare proprio da una consuetudine della città omonima, in uso ai tempi delle Crociate. Prima di imbarcarsi i crociati erano soliti festeggiare, e proprio dalla Puglia molte navi erano in partenza per la Terra Santa. [giordanovini]

Autore: Mauro De Filippis

Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l’ Università del Salento, Appassionato di Musica e di Musica Popolare, sono tra i fondatori del Gruppo Musicale e vicepresidente dell'Associazione Culturale AriaFriscA per oltre 15 anni impegnata nella rielaborazione e riproposizione della tradizione musicale Salentina. Studio Fisarmonica, adoro strimpellare gli strumenti della tradizione Celtica quali Thin e Low Whistle. Attualmente in forza al gruppo di musica popolare Salentina Tammurria Per contattarmi potete usare la mail info_AT_ stornellisalentini.com Mi trovate anche su : Google+ by Mauro De Filippis Youtube by Mauro De Filippis

Lascia un commento

I campi obbligatori sono contrassegnati con *.


Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.