StornelliSalentini.com

..dalla tradizione del salento

Santu Lazzaru

| 0 commenti

Lu “Santu Lazzaru” è uno dei più celebri canti della Passione. Sicuramente è uno dei pochi che ancora sono ricordati e tramandati. Durante la quaresima, gruppi di cantori e musicisti, per le strade del paese, di notte, andava in giro, per le strade del paese fermandosi davanti alle porte delle case e intonando,spesso a più voci, questa canzone. In cambio ricevevano dagli abitanti, dei dono, per lo più di tipo alimentare. Ora si fa per lo più per beneficenza. Il testo della canzone è ispirato alla “Passione di Cristo”. Più che altro vengono narrati, cantando, scene e personaggi chiave quali , la cena, la Maddalena, Simone, il tradimento di Giuda. In realtà non si tratta di una vera e propira canzone, ma più di una “cantilena” ripetitiva eseguita lentamente. Ovviamente le strofe possono cambiare nei vari paesi in cui ancora questa tradizione si tramanda.

[ad#stornelli468x60]

Bona sera a quista casa
e a tutti quanti l’abitanti
e a tutti quanti l’abitanti

Vene Cristu cu li santi
ne tescia iutu e sarvazione
ne tescia iutu e sarvazione

Osci osci se fà missione
ca osci Lazzaru è suscitatu
ca osci Lazzaru è suscitatu

Nazarenu essi qua fore,
ca si chiamatu te lu Signore
ca si chiamatu te lu Signore

Sì chiamatu pè fare la cena,
n’ave Maria e na grazia plena
n’ave Maria e na grazia plena

Cce cunfortu e cce dulore
ca ippe Marta e la Maddalena
ca ippe Marta e la Maddalena

Sciamu a casa mo te Simone,
ca addrai sciu Cristu pè fare la cena
ca addrai sciu Cristu pè fare la cena

Addrai cumparve la Maddalena,
cu l’unguenti soi preziosi
cu l’unguenti soi preziosi

Pè nu votu te sou fratellu,
quante pene ippe passare
quante pene ippe passare

Colle sue lacrime li piedi bagnava,
coi suoi capelli ne asciugava
coi suoi capelli ne asciugava

Nui purtamu nu grande amore,
ca Giuda foe lu traditore
ca Giuda foe lu traditore

Giuda foe lu traditore,
tradiu Diu nostru Signore
tradiu Diu nostru Signore

Alla sciuta te Montecristu,
la turnata foe te pene e guai
la turnata foe te pene e guai

Nui andremu a ogni castellu,
cu patarnasci e ave marie
cu patarnasci e ave marie

Spezzandu rami te vulia,
li sciamu menandu a menzu la via
li sciamu menandu a menzu la via

Menzu ste vie, menzu ste strade,
ma quante voi desiderate
ma quante voi desiderate

Pè trenta denari vindera Cristu,
ai sacerdoti cu farisei
ai sacerdoti cu farisei

Vole osci e puru crai,
cu te la cantu la sua passione
cu te la cantu la sua passione

Vitti na donna desolata,
era Maria l’Addolorata
era Maria l’Addolorata

Notte e giurnu scia camminandu,
lu fiju sou scia cercando
lu fiju sou scia cercando

Sullu calvariu l’hannu purtatu,
e misu an croce e flagellatu
e misu an croce e flagellatu

Allu sepulcru l’hannu purtatu,
è dalle guardie sorvegliatu
è dalle guardie sorvegliat

Bona sera e bona notte,
tirati li fierri te retu le porte
tirati li fierri te retu le porte

Fanne prestu e nu tardare,
ca tie lu sai ca imu te fare
ca tie lu sai ca imu te fare

sta benimu te tantu luntanu,
lu canta la scola te Cutrufianu
lu canta la scola te Cutrufianu

sta benimu te la Sicija,
pe salutare sta beddra famija
pe salutare sta beddra famija

Azzate prestu e nu durmire,
ca tie lu sai ca imu te scire
ca tie lu sai ca imu te scire

Fanne s’azza la fija beddra,
cu pija l’ove te la spurteddra
cu pija l’ove te la spurteddra

Simu tanti e tenimu nasu,
o doi ricotte o na pezza te casu
o doi ricotte o na pezza te casu

Azzate prestu e nu fare mosse,
danni l’ove te le cchiu grosse
danni l’ove te le cchiu grosse

E se tie ni tai cinque,
lu panaru mancu se inche
lu panaru mancu se inche

E se tie ni tai ottu,
Santu Lazzaru è risortu
Santu Lazzaru è risortu

A Santu Lazzaru n’imu vistu,
sia lodatu Gesù Cristu
sia lodatu Gesù Cristu

A Santu Lazzaru n’imu vistu,
sia lodatu Gesù Cristu
sia lodatu Gesù Cristu



[ad#stornelli468x60][ad#facebookMiPiace]

Author: Mauro De Filippis

Laureato in Ingegneria Informatica nel 2008 presso l’ Università del Salento, lavoro nel campo dell'IT fornendo fornendo consulenza informatica, realizzando applicazioni web based, applicazioni gestionali, siti Internet. Appassionato di Musica e di Musica Popolare, sono tra i fondatori del Gruppo Musicale e vicepresidente dell'Associazione Culturale AriaFriscA da quasi 15 anni impegnata nella rielaborazione e riproposizione della tradizione musicale Salentina. Studio Fisarmonica, adoro strimpellare gli strumenti della tradizione Celtica quali Thin e Low Whistle. Per contattarmi potete usare la mail info_AT_ stornellisalentini.com

Leave a Reply

I campi obbligatori sono evidenziati *.